Martedì, Dicembre 12, 2017

Il volto svelato

Parlare di antropologia culturale è interrogarsi sulle proprie radici culturali, tramite la confrontazione con le altre realtà. Educare il nostro sguardo a cogliere nelle diversità gli elementi formanti, verso l'idea di "uomo universale".

Quindi un essere non solo legato al suo "ristretto" bagaglio socioculturale, ma aperto alle culture, alle tecniche espressive, ai nuovi linguaggi; creando cosi un terreno fertile per l'interculturalità.

Formati e permeati, nella musica e danza classica Indiana cosi come nella danza e nella musica Contemporanea. La necessità dello scambio nella contemporaneità, ci porta alla frantumazione dei limiti. E a porre la nostra attività in un contesto di continua ricerca in divenire.
Composizioni e coreografie si alternano tra tradizione e modernità. Soli, duetti, India e Occidente.
Intrecci, che sono il nostro crossing continuo, teso verso il dialogo, e l'interdisciplinarietà nell'arte.

 

Musica di: Federico Sanesi
Coreografia di: Nuria Sala Grau.
Poesie di: Roberto Sanesi

 

Creazione del 2004

Performances selezionate:

14 gennaio 2004 per il Festival “Il Sogno di una Cosa” La Casa delle Culture e dei Teatri, al Teatro Ridotto di Bologna.14 marzo 2004 Al PAC ( padiglione d’arte Contemporaneo) a Milano, per la Mostra di Richard Long e Jivyas S. Mashe